aprile 2017

Effetti dell’esercizio fisico sulla vita sessuale nell’uomo e nella donna

di Massimiliano De Paola, Dottore in Chimica e Tecnologia Farmaceutiche, PhD

L’attività fisica è frequentemente citata nella letteratura medica come fattore fondamentale per mantenersi in buona salute. La mancanza di esercizio rappresenta un importante fattore di rischio per patologie quali obesità, diabete, malattie coronariche e alcuni tumori1.

Praticare regolarmente attività fisica aiuta, più in generale, a migliorare lo stile di vita e l’umore, riducendo il senso di fatica nell’attività quotidiana2, svolgendo un effetto antidepressivo3 e migliorando la risposta allo stress dell’ambiente esterno (attraverso la regolazione endocrina)4.

Questi effetti, ben documentati, evidenziano come l’attività fisica regolare possa influire in maniera benefica anche sulla vita sessuale attraverso un incremento del flusso sanguigno, delle capacità aerobiche e del tono muscolare5, un miglioramento dell’umore e un aumento del livello di autostima6-7.

Apparire più belli e in forma stimola maggiormente la ricerca del rapporto amoroso di coppia e aumenta la predisposizione a godere dei piaceri sessuali.

Ma al di là di questi esiti indiretti, nel corso degli anni sono stati effettuati studi mirati a valutare l’effetto diretto dell’esercizio fisico sulla vita sessuale di uomini e donne.

Da un punto di vista clinico, è stato dimostrato, ad esempio, che l’attività fisica può proteggere gli uomini dalle disfunzioni erettili associate all’invecchiamento8-12.

L’attività fisica protegge l’uomo dalle disfunzioni erettili.

In uno studio del 2009 condotto su 674 uomini tra i 45 e i 60 anni, è stato riscontrato che il rischio di sviluppare disfunzioni erettili di grado severo era ridotto dell’82% nei soggetti che facevano esercizio fisico con un dispendio energetico di almeno 3000 Kcal/settimana13.

Uno studio prospettico di popolazione del 2006 su più di 22000 uomini ha messo in relazione l’attività fisica con una riduzione del rischio di sviluppare disfunzione erettile. L’aspetto interessante è che questo si è verificato indipendentemente dallo sport praticato (camminata, corsa, ciclismo, tennis e squash)14.

In un altro studio controllato del 2010 su 60 pazienti affetti da disfunzioni erettili, è stato dimostrato che l’attività fisica associata all’uso di farmaci inibitori della fosfodiesterasi di tipo 5 (Sildenafil e simili, Viagra per intenderci), dopo soli 3 mesi dava significativi benefici nel trattamento di queste disfunzioni e nel ripristinare la normale vita sessuale (aumento del desiderio e della soddisfazione) se paragonato al trattamento con solo farmaco15.

Il beneficio aggiuntivo dovuto all’attività fisica rispetto al trattamento con solo farmaco sembra risiedere nel miglioramento di diversi aspetti del sistema cardiovascolare (riduzione della pressione, aumento del numero di cellule progenitrici endoteliali, rilascio di agenti vasodilatanti come ossido nitrico).

Inoltre, uomini affetti da obesità che hanno intrapreso un cambiamento di stile di vita con l’introduzione di regolare attività fisica hanno riportato significativi miglioramenti nella funzionalità erettile12.

Anche nelle donne, l’esercizio fisico sembra influenzare positivamente la funzionalità sessuale oltre a ridurre significativamente i sintomi legati alla menopausa, come il peggioramento dell’umore, del sonno e della funzionalità muscoloscheletrica e l’aumento della frequenza di stati di ansia e depressione16-17.

Nelle donne, l’esercizio fisico influenza positivamente la funzionalità e il desiderio sessuale, oltre a ridurre significativamente i sintomi legati alla menopausa.

Diversi studi indicano, infatti, che esiste una relazione tra la qualità di vita, i sintomi post-menopausa e la funzionalità sessuale in donne di mezza età.

Durante la menopausa si osserva una riduzione della libido e l’insorgenza di disfunzioni sessuali che sembrano attenuate nelle donne che fanno regolarmente attività fisica18-20.

L’esercizio fisico migliora inoltre la funzionalità e il desiderio sessuale in donne che assumono antidepressivi, risultando così un valido aiuto per le pazienti che devono seguire questa terapia21-22.

Anche in donne che non soffrono di queste patologie, l’esercizio fisico di livello moderato prima dello stimolo sessuale aumenta il desiderio e l’eccitazione, effetto probabilmente mediato dalla stimolazione del sistema nervoso simpatico23-25.

In generale, queste osservazioni suggeriscono che lo svolgimento di attività fisica può essere considerato uno dei fattori più importanti ed efficaci per il benessere a livello sessuale sia nell’uomo che nella donna.

 


1

D.E. Warburton, C.W. Nicol, S.S. Bredin, Health benefits of physical activity: the evidence. Canadian Medical Association Journal, 2006. 174(6): p. 801-809.

2

M.E. Nelson, W.J. Rejeski, S.N. Blair et al., Physical Activity and public health in older adults: recommendation from the American Heart from the American College of Sport Medicine and the American Heart Association. Circulation, 2007. 116(9): p. 1094-1095.

3

P.C. Dinas, Y. Koutedakis, A.D. Flouris, Effects of exercise and physical activity on depression. Irish Journal of Medical Science, 2011. 180(2): p. 319-325.

4

K.H. Schulz, A. Meyer, N. Langguth. Exercise and psychological well-being. Bundesgesundheitsblatt Gesundheitsforschung Gesundheitsschutz, 2012. 55(1): p. 55-65.

5

M.B. Leitão, J.K. Lazzoli, M.A.B. Oliveira et al., Posicionamento Oficial da Sociedade Brasileira de Medicina do Esporte: Atividade Física e Saúde na Mulher. Revista Brasileira de Medicina do Esporte, 2000. 6(6): p. 215-220.

6

L. Miles. Physical activity and health. Nutrition Bulletin, 2007. 32(4): p. 314-363.

7

M.A.M. Peluso, H.S.G. Andrade. Physical activity and mental health: the association between exercise and mood. Clinics, 2005. 60(1): p. 61-70.

8

C.B. Pinnock, A.M.F. Stapleton, V.R. Marshall, Erectile dysfunction in the community: a prevalence study. The Medical Journal of Australia, 1999. 171(7): p. 353–357.

9

C.A. Derby, B.A. Mohr, I. Goldstein et al., Modifiable risk factors and erectile dysfunction: can lifestyle changes modify risk? Urology, 2000. 56(2): p. 302–306.

10

A. Nicolosi, E.D. Moreira, M. Shirai et al., Epidemiology of erectile dysfunction in four countries: cross-national study of the prevalence and correlates of erectile dysfunction Urology, 2003. 61(1): p. 201–206.

11

C.G. Bacon, M.A. Mittleman, I. Kawachi et al., Sexual function in men older than 50 years of age: results from the Health Professionals Follow-up Study. Annals of Internal Medicine, 2003. 139(3): p. 161–168.

12

K. Esposito, F. Giugliano, C. Di Palo et al., Effect of lifestyle changes on erectile dysfunction in obese men. JAMA, 2004. 291(24): p. 2978–2984.

13

C.W. Kratzik, J.E. Lackner, I. Märk et al., How much physical activity is needed to maintain erectile function? Results of the Androx Vienna Municipality Study. European Urology. 2009. 55: p. 509–517.

14

C.G. Bacon, M.A. Mittleman, I. Kawachi et al., A prospective study of risk factors for erectile dysfunction. The Journal of Urology, 2006. 176(1): p. 217–221.

15

G. Maio, S. Saraeb, A. Marchiori, Physical Activity and PDE5 Inhibitors in the Treatment of Erectile Dysfunction: Results of a Randomized Controlled Study. The Journal of Sexual Medicine, 2010. 7(6): p. 2201–2208.

16

P.U.L. Cabral, A.C. Gomes Canário, M.H.C. Spyrides et al., Physical activity and sexual function in middle-aged women. Revista Associacao Medica Brasileira, 2014. 60(1): p. 47-52.

17

V. Skrzypulec, J. Dabrowska, A. Drosdzol. The influence of physical activity level on climacteric symptos in menopausal women. Climacteric, 2010. 13(4): p. 355-361.

18

P. Llaneza, J.M. Fernández-Iñarrea, B. Arnott et al., Sexual function assessment in postmenopausal women with the 14-item changes in sexual functioning questionnaire. The Journal of Sexual Medicine, 2011. 8(8): p. 2144-2151.

19

L. Lindh-Astrand, E. Nedstrand, Y. Wyon et al., Vasomotor symptoms and quality of life in previously sedentary postmenopausal women randomized to physical activity or estrogen therapy. Maturitas, 2004. 48(2): p. 97-105.

20

B.M. Hoffman, M.A. Babyak, A. Sherwood et al., Effects of aerobic exercise on sexual functioning in depressed adults. Mental Health and Physical Activity, 2009. 2(1): p. 23-28.

21

T.A. Lorenz, C.M. Meston, Exercise improves sexual function in women taking antidepressants: results from a randomized crossover trial. Depression and anxiety, 2014. 31(3): p. 188-195.

22

C.M. Meston, B.B. Gorzalka, The effects of immediate, delayed, and residual sympathetic activation on sexual arousal in women. Behaviour Research and Therapy, 1996. 34(2): p. 143-148.

23

C.M. Meston, B.B. Gorzalka, Differential effects of sympathetic activation on sexual arousal in sexually dysfunctional and functional women. Journal of Abnormal Psychology, 1996. 105(4): p. 582-591.

24

A. Bradford, C.M. Meston, Autonomic Nervous System Influences: The Role of the Sympathetic Nervous System in Female Sexual Arousal. The Psychophysiology of Sex. Bloomington, Indiana, Indiana University Press, 2007: p. 66–82.

Tag

salute e benessere 38 sesso 4

©
ATTENZIONE

Ogni utilizzo dei contenuti non preventivamente autorizzato o comunque difforme da quanto previsto dalle Condizioni Generali è severamente vietato, sanzionato dalla legge e potrà essere perseguito nelle sedi giudiziarie competenti.

Eventuali richieste di autorizzazione possono essere sottoposte alla redazione di TrainingPedia esclusivamente compilando l'apposito form.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

© Tutti i diritti riservati Youcan srl ssd — Via Candiani 121, 20158 Milano — P. IVA 06398320967 — REA MI-1890514
credits: Luca Ramundo