Clean

Per eseguire un clean è necessario partire da uno swing ovvero l’esercizio basilare che imprime al kettlebell il movimento del pendolo.

Durante la fase di risalita, non appena il kettlebell raggiunge l’altezza dell’anca, lo si tira verso l’alto modificandone la traiettoria, attraverso una contrazione esplosiva del muscolo trapezio.

Il kettlebell sale quindi verticalmente, mentre il busto si inclina per lasciargli spazio.

A questo punto, la mano aperta entra nell’impugnatura, il gomito si avvicina al fianco e il kettlebell si blocca in quella che viene definita presa carpea. La posizione finale, con il kettlebell in appoggio sul bicipite e sull’avambraccio, è chiamata rack.

Per riprendere lo swing, si compie un movimento extrarotatorio dell’avambraccio e si tira il kettlebell in mezzo alle gambe.

Durante l’esecuzione del clean, i muscoli flessori del braccio non devono intervenire attivamente; la tirata deve essere eseguita dal trapezio soltanto. Scopo del clean, infatti, è quello di raggiungere la posizione di rack nel modo più economico possibile, senza stancare ulteriormente i muscoli del braccio, che già lavorano attivamente per trattenere il kettlebell.

Tag

allenamento 99 esercizi 63 functional training 16 kettlebell 6

©
ATTENZIONE

Ogni utilizzo dei contenuti non preventivamente autorizzato o comunque difforme da quanto previsto dalle Condizioni Generali è severamente vietato, sanzionato dalla legge e potrà essere perseguito nelle sedi giudiziarie competenti.

Eventuali richieste di autorizzazione possono essere sottoposte alla redazione di TrainingPedia esclusivamente compilando l'apposito form.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

© Tutti i diritti riservati Youcan srl ssd — Via Candiani 121, 20158 Milano — P. IVA 06398320967 — REA MI-1890514
credits: Luca Ramundo