Curl

Il Curl coinvolge principalamente il bicipite brachiale, il brachiale ed il brachioradiale

Può essere eseguito utilizzando i manubri o il bilanciere, oppure al cavo basso.

Curl con manubri

Muscoli coinvolti

Il Curl con manubri, permette di stimolare in modo ottimale tutti i flessori del braccio.

Esecuzione

Si parte dalla stazione eretta, con le ginocchia semiflesse.

Durante la fase concentrica si compie, una flessione del gomito e contemporaneamente una supinazione dell’avambraccio.

Completata la flessione del gomito, si compie una leggera flessione della spalla. Nei primi gradi di movimento, infatti, tale azione è assistita dal capo lungo del bicipite brachiale.

La fase eccentrica consiste nel ritornare in modo controllato alla posizione di partenza.

Esecuzione a martello

La variante “a martello” stimola maggiormente il brachioradiale.

In questo caso, mantenendo l’impugnatura neutra, si compie una flessione poco oltre i 90°.

Esecuzione a braccia alterne

Il Curl con manubri può essere eseguito in modo simmetrico o alternato.

Per evitare di incorrere in movimenti oscillatori, è preferibile eseguire l’esercizio simmetricamente.

La variante alternata è preferibile quando si esegue l’esercizio seduti su una fitball, in modo che l’asimmetria del movimento produca uno stimolo allenante per la zona addominale.

Esecuzione su panca

Rispetto alla variante in piedi, eseguire il Curl seduti su una panca provoca una maggiore tensione del tratto lombare

La variante su panca inclinata a 45° – 60°, pone il bicipite brachiale in una condizione di pre-allungamento, aumentando il coinvolgimento dello stesso.

Si tratta di un esercizio efficace, tuttavia non è adatto ai soggetti che presentano problematiche all’articolazione della spalla.

Il movimento di flessione della spalla è infatti più marcato, inoltre, sottopone il capo lungo del bicipite ad uno stress non trascurabile.

Curl con bilanciere

Il Curl con bilanciere, permette di muovere carichi maggiori, tuttavia, rispetto alla variante con manubri, non garantisce la perfetta simmetria dello sforzo.

Muscoli coinvolti

Coinvolge tutti i flessori del braccio. In particolare favorisce l’azione del bicipite brachiale.

Cheating

Durante l’esecuzione, bisogna evitare il movimento oscillatorio del busto, detto “cheating”.

Questo si verifica spesso nei principianti, soprattutto all’approssimarsi del cedimento muscolare.

Note

È preferibile eseguire l’esercizio con il bilanciere sagomato, che meglio si adatta alla fisionomia del polso.

Curl al cavo

Eseguendo il Curl al cavo, la direzione del carico applicato varia in funzione della posizione assunta.

Posizionarsi di fronte all’attrezzo, permette di ottenere una maggiore intensità al termine della fase concentrica.

Al contrario, mostrando le spalle all’attrezzo, si otterrà un’intensità maggiore nei primi gradi di movimento.

Tag

arti superiori 29 bicipiti 4 esercizi 63 fitness 46

©
ATTENZIONE

Ogni utilizzo dei contenuti non preventivamente autorizzato o comunque difforme da quanto previsto dalle Condizioni Generali è severamente vietato, sanzionato dalla legge e potrà essere perseguito nelle sedi giudiziarie competenti.

Eventuali richieste di autorizzazione possono essere sottoposte alla redazione di TrainingPedia esclusivamente compilando l'apposito form.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

© Tutti i diritti riservati Youcan srl ssd — Via Candiani 121, 20158 Milano — P. IVA 06398320967 — REA MI-1890514
credits: Luca Ramundo